L’estate è iniziata…

Lentamente ma è arrivata. E noi quest’anno altrettanto lentamente stiamo pensando alle vacanze che faremo.
Siamo quelli dell’ultimo minuto, quelli che poi alla fine un aereo lo devono prendere stare troppo vicini a casa non ci piace molto.
E così pensando a luoghi da visitare, a jet-lag da vivere e a odori da respirare mi sono ritrovata a pensare ai due viaggi fatti con il nostro bimbo.

Viaggi lontani, forse un po’ incoscienti, fatti di petto più che di testa, fatti mentre tutti ci dicevano che saremo stati meglio a Rimini in pensione completa… Ma mi vedete a me ferma alla pensione Miramare come nella migliore commedia anni 70?

E così partiti alla volta delle Mauritius prima e della nostra amata Thailandia poi.

IMG_5266
Le certezze erano poche perché noi gli alberghi li prenotiamo con l’iPhone direttamente da lì, perché noi seguiamo il nostro istinto e ci spostiamo a seconda di cosa ci suggerisce la guida, ma soprattutto il cuore.
Indispensabili per me lo scalda biberon (che mi sono messa in valigia e custodito gelosamente), la trousse dei medicinali (dagli antibiotici, alla tachipurina, dalla crema contro le zanzare tropicali sino ai fermenti lattici) e una assicurazione sanitaria per noi, ma più che altro per il piccino.

Prima di diventare mamma viaggiavo come capitava, non barravo mai la casella “vuoi acquistare una polizza assicurativa” e invece adesso non mi muovo senza e scelgo l’assicurazione molto dettagliatamente.

E ho avuto ragione a farlo. Alle Mauritius una mattina spuntavano bollicine come funghi sulla pelle del nanetto.
Vi garantisco che andare in una farmacia e far vedere le bollicine non aiuta, tanto meno provare a spiegarlo a qualcuno e allora ecco che con la nostra polizza siamo andati a farci visitare in una clinica per stranieri. Dove ci hanno accolto, visitato e fissato un appuntamento nel pomeriggio con un pediatra. Per fortuna non era nulla di grave, ma vi lasciò immaginare il panico dall’altra parte del mondo con un francese non proprio madrelingua e senza poter telefonare al tuo medico di fiducia.
Cento euro ben spesi che non rimpiango e che ripagherei altre mille volte.
Sono molte le compagnie assicurative che offrono polizze ad hoc per le vacanze, Allianz Global Assistance è una di queste..

IMG_3204

IMG_3227

Post in collaborazione con Allianz Global Assistance

FacebookTwitterGoogle+PinterestBlogger PostCondividi