Cosa si nasconderà dentro questa scatola?
Anche Sherk e Ciuchino sono curiosi di scoprirlo, forse più di iPepo, e cosi ecco che in una giornata di pioggia abbiamo trovato e indossato queste fantastiche scarpine, che speriamo di portare presto anche al parco…
Le scarpine Bobux sono di una qualità assoluta e si vede già al tatto: morbide, si piegano quasi su se stesse, rifinite nei minimi dettagli, tinte con inchiostro ad acqua e lavabili in lavatrice.
Per Pepo in fatto di scarpe non badiamo troppo a spese perchè durante i primi 5 anni di vita i piedi dei bambini attraversano enormi cambiamenti e hanno bisogno di spazio per crescere, per flettersi e per svilupparsi naturalmente e  queste scarpine mi sono sembrate ideali perchè studiate per assicurare uno sviluppo libero e anatomico, grazie all’uso delle migliori pelli disponibili in termini di standard ecologici e di sicurezza.
Le nostre scarpe fanno parte della linea I-walk studiata per i bambini attivi che iniziano a muoversi alla scoperta del mondo che li circonda saltando e correndo in casa o al parco 
Delle scarpine che abbiamo scelto ho apprezzato le seguenti caratteristiche, che per una mamma non sono dettagli:
- tutti i prodotti Bobux sono sottoposti a stretti controlli internazionali per assicurare che i materiali usati siano sicuri e non tossici per la salute dei bambini e dell’ambiente.;- tutti i controlli vengono effettuati da autorità internazionali indipendenti per garantire i più alti standard di sicurezza, rispetto dell’ambiente e dei lavoratori;
- ogni produzione viene pre-testata e ricontrollata prima della vendita.
 
Bobux International è un’azienda innovativa neozelandese nata nel 1991 con il preciso intento di realizzare un prodotto unico e originale, sicuro per i bambini e per l’ambiente. L’idea venne a Chris e Colleen Bennet quando, non riuscendo a trovare scarpine simpatiche e di qualità per i loro bambini, decisero di inventarle.

A noi sono piaciute molto e voi che ne pensate?

iPepo indossa:
Jeans Chicco
Gilet H&M
Lupetto Zara
FacebookTwitterGoogle+PinterestBlogger PostCondividi