A Niccolò non piace disegnare e anche colorare non è tra le sue attività preferite.

Quando vedo le figure umane che disegna mi verrebbe da mettermi le mani nei capelli, ma invece da buona mamma lo incentivo ad andare avanti e cerco sempre di dirgli “bello questo disegno” e di farmi spiegare la cornice della sua opera.

All’asilo mi hanno confermato che ama i lavori manuali, che ama cantare, ma che non ama disegnare: è sempre il primo a restituire il foglio quando gli viene dato un tema. Me

Così l’altro giorno al colloquio individuale per genitori dei bambini di 5 anni ho chiesto se potevo e dovevo far qualcosa per motivarlo, se dovevo iniziare a fargli copiare qualcosa. La risposta delle maestre è stata “no, non fare niente perché lui ha chiaro cosa disegna, ma semplicemente non è tra le sue attività preferite“.

Come biasimarlo, anche noi adulti abbiamo attività che facciamo controvoglia, quindi stop.

Ferri del mestiere:

Ed è vero è proprio questione di attitudini individuali perché in camera sua non sono mai mancati pennarelli, cere e matite colorate. Fogli bianchi ce ne sono in quantità e anche gli album da colorare non mancano, ci sono anche delle tempere, ma nonostante questo è difficile che chieda di disegnare.

Cosa possiamo fare noi adulti:

Aiutarlo ad osservare è una attività che mi riesce benissimo: cerco sempre di stimolarlo, di descrivere con lui l’ambiente che ci circonda, di fare il gioco delle domande e delle risposte e da lì partiamo poi a disegnare e a colorare. Nicco colora perfettamente nei bordi che anche se non lo crediamo è un’attività importantissima perché consente al bambino di acquisire piano piano le potenzialità per la scrittura.

Ma tornando al disegno amo al disegno non è un’attività che lo realizza e io non voglio stressarlo a fare qualcosa che ad oggi non gli va di fare! I bambini sono mutevoli per cui staremo a vedere.

Mi sono fatta questa domanda in maniera forte soprattutto perché l’anno prossimo andrà in prima elementare e volevo essere sicura che fosse tutto ok.

Sono quelle domande che noi mamme facciamo, ma che non farei mai per me stessa. Infatti, la risposta è sempre una sola: possiamo insegnare tutto, ma alcune saranno sempre cose che faremo con voglia e passione, mentre altre le faremo solo perché le dobbiamo fare.

Credere che per i bambini sia diverso è da sempre il peggior difetto di noi adulti!

kkkkkkkkkkkk

 

ssssssssssssss

 

ccccccccccccccc

FacebookTwitterGoogle+PinterestBlogger PostCondividi