Non esistono i momenti giusti.
Esistono i momenti.

I NOSTRI momenti e i SUOI momenti che tu mamma ormai riesci spesso a comprendere.

largeAvevo capito a 28 mesi che Nicco era pronto a togliere il pannolino… Contro il parere di tutti perché “è ancora troppo piccolo“, “no, lo devi togliere in estate perché è più facile“, “no adesso che ha appena finito inserimento al nido“. Ma io sono andata per la mia strada e non ho sbagliato.

Ho capito a 37 mesi che Nicco NON è pronto a togliere il ciuccio e contro il parere di tutti non provo a toglierlo. Per lui che non ha mai una valvola di sfogo, un momento e un qualcosa che davvero lo rilassi, il ciuccio rappresenta un ancoraggio per mollare, per staccare la spina e per rilassarsi. E io non voglio toglierli questa suo momento.
Alla centesima mamma che ha detto in maniera ironica rivolgendosi a me per interposta persona “sei grande per il ciuccio, non te lo ha tolto la mamma ancora?
La mamma ha risposto con il sorriso sulle labbra: “no, lo toglieremo quando avrà 18 anni e darà l’esame per la patente“.
Silenzio. Ancora sorriso. Rispondo perché non ne posso più della gente che deve guardare cosa facciamo, che giudica il mio essere mamma dal ciuccio, da quante volte gli do la carne a settimana e così via.
Credo che si possa essere mamme in tanti modi, ma a me di come siete voi non interessa molto. Anzi non me ne frega nulla!

E si il ciuccio per adesso ce lo teniamo, anzi ce li teniamo ;)

E sempre per la cronaca adoriamo questi della MAM

mam-perfect-ciuccio-ordotontico-auto-sterilizzante-da-16-mesi

FacebookTwitterGoogle+PinterestBlogger PostCondividi