foto

Sono mamma.

Ho un figlio Maschio a cui cerco di insegnare l’Amore, il rispetto, la condivisione

Ho un figlio maschio. Maschio, sì… dello stesso sesso di quelli individui di cui troppo spesso si sente parlare in televisione o di cui leggiamo sui giornali.

Maschi che amavano di un amore malato.

Maschi capaci di distruggere tante vite in un attimo di follia… se di follia si tratta!

Perchè per distruggere una vita non si deve per forza uccidere… ci sono gesta forse peggiori, che fanno rabbrividire al solo pensiero…

E poi ci siamo noi… noi Donne… vittime di tante violenza…

Donne come Lucia Annibali, aggredita con l’acido a Pesaro, il 16 aprile scorso, mentre rientrava a casa dalla palestra.

Donne che semplicemte hanno smesso di amare un uomo… perchè l’amore non è eterno, almeno non sempre… il rispetto invece sì, quello dovrebbe esserci sempre…

Ho un figlio maschio, e già in passato davanti a fatti di cronaca mi ero interrogata sul mio essere mamma… avevo scritto una lettera qui perchè sono fermamente convinta che le mamme e le famiglie giochino un ruolo determinante.

Mi spaventano quelle mamme che difendono senza sè e senza ma i propri figli, siano bimbi dell’asilo, universitari o piccoli imprenditori in erba.

E così, grazie a Zelda mi sono detta nuovamente che io non ti difenderò difendendoti dalle accuse degli altri… 

io ti difenderò insegnandoti ad amare il Rosa. Sempre. Anche quando quel Rosa magari non ti vorrà più… perchè ci saranno altri rosa di altre sfumature… 

Ti parlerò di donne come Lucia a cui oggi anche tu hai canatato tanti #augurilucia (perchè è la tua canzoncina preferita) perchè è da queste donne che devi imparare…

E mentre scrivo questo post #tiguardonelcuore …

FacebookTwitterGoogle+PinterestBlogger PostCondividi