Sono sempre stata una con una grande memoria.

E’ una dote. Lo so. Anche se non sempre è un bene essere una con una grande memoria. Talvolta i ricordi fanno soffrire, talvolta la mente non dimentica e non riesce ad andare avanti, altre volte invece la memoria è un qualcosa di splendido perché ti fa rivivere emozioni e momenti che sembrano essere stati ieri, mentre invece sono stati una vita fa.

Poi diventi mamma ed ecco che la memoria inizia a giocare dei brutti scherzi.

Possibile che io non ricordi un tubo di me da piccola… Piccola intendo 2/3 anni…

Non parlano della memoria dell’apprendimento, ma della memoria storica che si forma con il passare degli anni.
Penso e ripenso ma non mi viene in mente niente se non gli aneddoti raccontati più volte dai miei, racconti di vecchie fotografie che si, mi sembra di aver tremendamente vissuto, anche se non è così.
Mamme che mi dicono “io a 2 anni ero tranquilla, facevo quello che mi dicevano i miei genitori. Facevo merenda all’asilo e cenavo anche le 2030, senza fare storie”
Wow penso io tra me me, se dopo asilo non gli do schiacciata o frutta diventa una iena a alle 1930 o poco più se non mangia morde.
E ancora: “lo sai che io mangiavo tantissimo prosciutto cotto? Me lo ricordo bene sai“…

Bravissima questa mamma, io al limite mi ricordo che il giovedì sera in tv c’è Masterchef…

Ma care mamme, ancora non mamme e company… Vi volete rilassare?! Non si vince nulla a essere le prime della classe...
Perché non iniziate a ricordarvicome eravate prima di partorire? E se eravate già così, beh, allora sappiate che non c’è speranza…
La memoria si sviluppa intorno si 3 anni compiuti, si sviluppa mi raccomando… Ricordatevelo quando raccontate agli altri le vostre esperienze aliene prescolari, soprattutto se queste persone restano in silenzio o vi dicono di si senza andare oltre…

large-2

large-1

large-3

large

FacebookTwitterGoogle+PinterestBlogger PostCondividi