blogger-image--205867136

Un viaggio è sempre qualcosa di magico, di indimenticabile e prima di avere Pepo era un qualcosa anche di rilassante… 

Adesso la parola rilassante non può andare di pari passo con la parola viaggio.

Vero che anche noi non siamo mica andati in un villaggio Valtur all inclusive, con baby parking 24 ore su 24 ore… Vero che anche noi non siamo andati via una settimana o due ma bensì 3 settimane dall’altra parte del mondo… In Thailandia…

Ci eravamo promessi di portarlo… Si perché qui in Thai lo abbiamo concepito e, a distanza di 3 anni, siamo tornati… Tutti e 3 come dici sempre tu…

Diciamo che in 3 anni la Thailandia è cambiata quanto le nostre vite…

Tu ci hai stravolto di amore, attenzioni, baci e carezze, quanto i turisti hanno invaso queste coste… Posti che 3 anni fa avevano un sapore di magia pura adesso sanno un po’ di truccato… Di quella magia che proprio magia non è… Che ti lascia sempre senza fiato ma che ti fa anche chiedere dove sia l’inganno…

Ci eravamo prefissi una scaletta ben più intensa e invece abbiamo ceduto ai tuoi tempi, alle tue esigenze…

Abbiamo trovato tanti bambini in giro, piccolini, piccoli e grandi ma nessuno italiano – i pochi che c’erano rientravano nella fascia dei grandi grandi -, ma tu hai giocato con tutti e, tra i tuoi no e i tuoi sorrisi, hai saputo farti largo in questo paese… Hai imparato a dire Sawadeka che vuol dire ciao in thai, bye bye e morning…

Hai mangiato pad thai a colazione come tuo babbo (no io no non ci riesco e vado noiosamente di pane burro e marmellata), hai mangiato riso bianco dalle mani di una sconosciuta (da me non lo vuoi mai), sei salito su un elefante e forse eravamo più felici noi di te… Perché tu chiamavi in continuo le galline…

Sei stato a Phi Phi Island e sulle long thai boat stavi accucciato per paura degli schizzi, hai tirato tridacne e coralli morti sulla spiaggia come fossero i tuoi sassi di Follonica… Ci hai fatto fissare un bruco e un granchio per minuti interminabili e ogni tanto ci dicevi “belloooooo” con tante o che neanche riesco a scrivere…

Ci hai stupito con il tuo spirito di adattamento e abbiamo capito che per i bambini la casa è qualsiasi posto nel mondo… Basta che ci siamo babbo e mamma…

A presto con i post sul nostro viaggio…

Buon settembre… Buon rientro a noi…

FacebookTwitterGoogle+PinterestBlogger PostCondividi