Profumo di curry e chili sauce di quelli che ti entrano dentro e che ti pervadono… Di quelli che dopo un pó ti sembra di avere addosso come una seconda pelle…
Se dovessi descrivere l’odore della nostra vacanza lo descriverei così: un pò forte e frizzante, dirompente come può esserlo una vacanza con un nanetto di 15 mesi al seguito, di quelli che accompagnano ritmi frenetci anche se sei in vacanza.
È stata una vacanza movimentata, ma a noi le vacanze da villaggio non sono mai piaciute…

e poi l’odore di canna da zucchero, quando la bruciano e quando concimano i campi… e il sapore di zucchero vero quando questo contadino ci ha fatto vedere come si mangia la canna da zucchero…

Una vacanza insaporita da chili sauce, da zuppa di granchio che iPepo ha davvero apprezzato, da riso alla cantonese e dai sorrisi con bambini dai colori e dagli odori diversi.

Veder giocare il mio piccino con bambini di altre nazionalità in un contesto diverso dal nostro è stato speziato quanto quello che mangiavamo noi per strada…Quei cibi che torneremo a mangiare perché una promessa forse un pò azzardata davanti a carne alla brace al sapore di curry ce la siamo fatti e gliela abbiamo fatta: almeno un viaggio all’anno, vicino o lontano non importa, vorremo riuscire a regalarglielo. 

Ci siamo guardati e abbiamo detto di rinunciare a quello che può essere un di piu': limitare cene fuori, aperitivi, shopping compulsivo e tutto quanto non ci rende realmente felici. Basterà declinare qualche invito e il gioco è fatto perché quei sapori e quegli odori già ci mancano…

E stamani in questa giornata piovosa non mi resta che un pò di quell’odore per ripartire e per augurare a tutte voi un autunno frizzante come quell’aodore che ancora non mi abbandona.

FacebookTwitterGoogle+PinterestBlogger PostCondividi